Frazionamenti e fusioni immobiliari

Sono procedure che comportano la divisione o l'annessione di immobili. Vengono spesso richieste in caso di successioni ereditarie o acquisizioni di grandi immobili da parte di società che intendono investire in operazioni immobiliari. La fusione è un'operazione più semplice rispetto al frazionamento. Dividere un immobile in più parti comporta il rispetto di alcune limitazioni relativamente agli standard urbanistici ed alle norme tecniche di attuazione del PRG (Piano Regolatore Generale del Comune). Non esistono normative specifiche su queste attività, quindi è necessario attenersi alle disposizione del PRG ed ai regolamenti comunali.

Frazionamenti

Il frazionamento è una procedura che prevede la divisione di un immobile, di un terreno o di un appartamento in diverse parti. Il tecnico incaricato deve rilevare lo stato di fatto, visionare la documentazione catastale ed urbanistica, coinvolgere l'ufficio tecnico comunale e successivamente dichiarare il frazionamento negli uffici del catasto (agenzia del territorio).

Fusioni

La procedura della fusione è il contrario del frazionamento: due o più immobili vengono uniti per formare una sola particella. Va considerato che anche la fusione necessita di un adeguato titolo abilitativo rilasciato dal comune.

  • Normative correlate
  • Link utili

 

Fai una domanda o commenta:

Puoi rimanere anonimo ma non dimenticare di scrivere il comune dove si trova l'immobile.
Inserisci la tua e-mail, non verrà pubblicata, ma in questo modo riceverai una risposta direttamente sulla tua posta elettronica.

Sei un tecnico? Puoi partecipare e rispondere alle domande: ottieni le credenziali per moderare

blog comments powered by Disqus

Lingua italianaEnglish