Comunicazione Inizio Lavori , CILA a Roma e Milano - Procedure pratiche per la presentazione

La CILA è una comunicazione che viene presentata allo sportello dell'edilizia del comune ove è situato l'immobile. E' una pratica spesso necessaria per le ristrutturazioni di appartamenti (ricadenti in manutenzione straordinaria). A Roma la presentazione viene fatta tramite il portale SUET, a Milano direttamente allo sportello.

Questo è un aritcolo operativo utile a chi deve presentare una CILA. Se invece vuoi approfondire l'argomento leggi tutte le informazioni sulla CILA

Comunicazione Inizio Lavori

Pratica
La CILA permette interventi di manutenzione straordinaria

Servizio di Comunicazione Inizio Lavori

Chiedi un preventivo

La manutenzione ordinaria e straordinaria (così definiti nel Testo Unico dell'edilizia DPR 380/01) sono tra gli interventi più realizzati nelle case italiane, soprattutto per i tipici lavori di ristrutturazione di appartamenti, modifica dei bagni, sostituzione di infissi, pavimenti e finiture.
La manutenzione ordinaria non necessità di alcun titolo abilitativo nè comunicazione al comune.
La manutenzione straordinaria invece prevede la presentazione della Comunicazione Inizio Lavori Asseverata (CILA)

La presentazione di una pratica al comune per lavori all'interno delle abitazioni nasce nel 1985 con la Legge 47/85 che si riferiva alla realizzazione di "opere interne", successivamente, è stata introdotta la DIA (Dichiarazione di Inizio Attività) ed oggi dopo le ultime modifiche normative è stata confermata la CILA

Per fare dei lavori nel proprio appartamento è necessario consultare un tecnico per sapere quali procedure amministrative seguire.

La prima cosa da fare è capire con il tecnico se gli interventi ricadono in manutenzione ordinaria, straordinaria o se sono più importanti e ricadono in risanamento e restauro conservativo o ristrutturazione edilizia. In questo ultimo caso c'è bisogno di una SCIA al posto della CILA

Come preparare e presentare la CILA a Roma e Milano

A Milano la presentazione avviene direttamente allo sportello dei Municipi (in rari casi anche allo Sportello Unico dell'Edilizia comunale). Pagina informativa del Comune di Milano

A Roma la CILA va presentata tramite un portale informatico, chiamato SUET, dove il tecnico abilitato inserisce il progetto e compila la relazione tecnica. Per presentare la CILA tramite il SUET bisogna che sia il titolare dei lavori che il tecnico siano iscritti al Portale del Comune di Roma

Il tecnico prima di elaborare i disegni e la relazione tecnica deve indagare la regolarità urbanistica dell'immobile confrontando il rilievo dello stato di fatto con il titolo abilitativo (progetto con cui è stato autorizzato l'immobile) presente negli archivi comunali.

I documenti che richiediamo prima di presentare una CILA tramite il SUET sono i seguenti:

  • Documento di identità dei soggetti interessati
  • Per verificare la titolarità del bene viene richiesto l'atto di compravendita (rogito), la successione o altri titoli che dimostrino chi è il proprietario (attenzione perchè la visura catastale non dimostra la proprietà)
  • DURC dell'impresa esecutrice

L'articolo online più aggiornato ed utile sulle modalità operative per presentare una CILA con il SUET è quello curato dall'Architetto Marco Campagna: il SUET romano: compilare le CILA sullo sportello telematico. L'articolo è molto tecnico e scritto per i professionisti

Tempi e costi

La CILA permette di iniziare i lavori contemporaneamente alla presentazione. Richiediamo 15 giorni lavorativi per preparare la documentazione utile alla presentazione della pratica. In caso di urgenze siamo disponibili a valutare la possibilità di accelerare i tempi.

Il costo da versare al comune dipende dalle singole amministrazioni. A Roma, il costo dei diritti di segreteria per una Comunicazione Inizio Lavori è di circa 250€. A Milano la presentazione è gratuita.

Fac Simile CILA

Ritardi e sanzioni per lavori senza autorizzazione

Se i lavori vengono iniziati prima della consegna della CIL la sanzione è pari a 333€ mentre se i lavori sono terminati senza aver presentato la comunicazione, la sanzione è pari a 1000€. Alla conclusione dei lavori, nel caso in cui ci sia stata una modifica della distribuzione interna, va predisposta la procedura DOCFA per la variazione catastale.

Oltre alla variazione catastale bisogna prsentare:

  • Collaudo a firma di tecnico abilitato
  • Variazione catastale DOCFA
  • AQE - Attestato di Qualificazione Energetica
  • Formulario smaltimento dei rifiuti

Attenzione: modificare la distribuzione interna con dei normali lavori di ristrutturazione di un appartamento senza CILA non permette la successiva variazione catastale e quindi comporta problemi in sede di compravendita dell'immobile perchè non sarà conforme allo stato di fatto.

Ristrutturare senza CILA

Interventi edili realizzati senza CILA effettuati determinano una sanzione amministrativa di 1000 €. Oltre al danno economico della multa, i problemi maggiori si avrebbero in caso di compravendita dell'immobile.

Infatti in caso di vendita dell' immobile, per un rogito sicuro, è necessario garantire la conformità edilizia dell'immobile. Dei lavori di ristrutturazione effettuati senza autorizzazione e senza la successiva variazione catastale potrebbero comportare la mancanza di queste conformità e rendere difficoltoso il rogito ed anche l'accensione di mutui.

Non tutti gli interventi desiderati sono possibili, anche scelte che possono sembrare poco importanti devono rispettare la normativa edilizia del proprio comune. Per fare un esempio, a Roma non si possono realizzare (nè sanare) stanze con finestra aventi una superficie tra i 4 mq ed i 7 mq perchè escluso dal Regolamento Edilizio.

CILA per lavori già eseguiti o in "sanatoria"

Per sanare interventi realizzati senza autorizzazione, è possibile usufruire della "Cila per lavori già eseguiti" o "Cila in Sanatoria" che con l'erogazione di 1000 euro di sanzione (+ diritti di segreteria) permette di regolarizzare la situazione edilizia-amministrativa.

La comunicazione tardiva o in sanatoria non è un condono. Può essere utilizzata solo per lavori effettuati dopo l'entrata in vigore della Legge 70/2010 che ha introdotto la CILA.

Come lavoriamo

Il nostro servizio per la pratica della CILA prevede:

  • Sopralluogo
  • Rilievo dell'immobile: disegno della pianta e delle sezioni.
  • Redazione delle tavole: disegni ante operam, intra operam, post operam, stralcio di Prg, planimetria dell'intorno.
  • Redazione della relazione tecnica asseverata (a Roma tramite il SUET)

Per un preventivo sulla CILA e per informazioni sulle procedure per ristrutturare la propria casa: contatti

Fai una domanda o commenta:

Puoi rimanere anonimo ma non dimenticare di scrivere il comune dove si trova l'immobile.
Inserisci la tua e-mail, non verrà pubblicata, ma in questo modo riceverai una risposta direttamente sulla tua posta elettronica.

Sei un tecnico? Puoi partecipare e rispondere alle domande: ottieni le credenziali per moderare

Lingua italianaEnglish